Condensare consuetudini una volta l’anno

tutto quello che mi altera

volente o nolente sull’onda della modificazione

del reale

come se non avessi altro che limiti di gomma

subordinati al mio senno

come se qualcosa che ho scritto

in anni inaffidabili

dove ci siamo trovati 

a cantare insieme

con la voce che oggi 

posso urlare 

in giorni che non finiscono alla prima luna

senza sapere cosa ho scritto 

 

 

Francio

 

come se roman dormendo 

sapesse il senso 

lasciando morire il pesce nel suo ittico vivere

Condensare consuetudini una volta l’annoultima modifica: 2008-12-20T02:14:00+01:00da franciuz@v
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento