Agitazioni sul passato (notturno in minore)

ci siamo ridotti

a strapparci 

lembi di pelle dipinta

lasciando noie nei nostri giorni

che non so colmare.

Ho anche provato 

a ricucire i nostri avanzi 

con nuovi desideri

ma ho prodotto stracci 

neanche buoni per coprirci.

Ti agiti 

fino a farmi ridere 

fino a farti urlare

fino a non riconoscerti 

a cancellare i passi che ci han portato  qui.

Abbiamo dato per 

scontato la possibilità

di poterci dimenticare.

Ora devi subirmi 

Subire la mia voce 

che ha cambiato

le parole con le quali prende forma

Subiscimi con tutta 

la violenza del mio 

sguardo

Avremmo avuto nuove mattine

per dipingere la pelle

del nostro inferno 

ma abbiamo deriso anche l’ultimo istante.

E tutto muore ancora un po’.

 

Francio

 

Agitazioni sul passato (notturno in minore)ultima modifica: 2008-12-20T02:20:00+01:00da franciuz@v
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Agitazioni sul passato (notturno in minore)

Lascia un commento