Manifesto di estetica del cortile

Hanno proposto di incendiare gli stenditoi
di fare una catasta di moto e gettarla in strada
hanno deriso il colore delle persone disordinate
e proposto il minimalismo ascetico dopo che avevano già dipinto righe gialle passatiste
a delimitare la propietà comune.
Ho messo un adesivo sulla televisione
e ad ogni cambio di canale lo osservo
Ho una nuova nazione o giù di lì
che confina con se e basta
e nella storia non c’è mai stata.
Ho parlato una lingua ad ideogrammi
aspettando di vederne gli occhi
Tutto il tuo inconscio è qui fuori
ma non hai voglia di parlarne
fingi di celartelo
ma io sono te tanto quanto tu lo sei
E desidero
come forza creatrice
Manifesto con l’estetica dell’averci a che fare
nelle infinite frequentazioni mie con lo scrivere
senza mai aver imparato nulla che già non volessi sapere
Cambiando canale ho solo da leggere:
“QUI SOTTO E’ SOLO SPETTACOLO”.

-Francio-